chiudi

Questo sito utlizza i cookie. Continuando la navigazione accetti il loro utilizzo

<< redazione@crispianonline.com >>

  Skip Navigation LinksHome page : Attualità : Ultime notizie

notizie :: filtro di ricerca ::
Gli articoli riportati esprimono esclusivamente le opinioni dell'autore, e non devono in nessun caso essere intesi come la posizione ufficiale dello staff di crispianonline.com e crispianonline.it
Crispiano - venerdì 21/07/2017 04:45

Politica

mercoledì 19/07/17 -  Paese Futuro

SPRECO DI SOLDI PUBBLICI: LE VERITÀ VERE

Comunicato stampa di Paese Futuro


 
Riceviamo e pubblichiamo

Il famoso "Portale del cittadino" commissionato con affidamento diretto alla Cartec di Rimini, al costo di 40mila euro, oltre IVA, è stato dismesso.

A tal proposito ad una nostra interrogazione presentata a febbraio 2017, l'Assessora Pontrelli aveva risposto che "di sicuro scadendo ad agosto, per questo contratto biennale non ci sarà assolutamente un rinnovo, anche perché tanti dei servizi che la Cartec avrebbe dovuto fornire, oggi ce li fornisce la SINCOM", con cui il Comune ha stipulato un contratto per i sistemi informatici di circa 113mila euro oltre IVA.
Il problema per cui questo portale non è andato a regime, sembrava di capire, sempre dalla risposta risiedeva soprattutto nella mancanza della "banca dati integrata TARI".

Di chi sia la colpa della mancanza di questa banca dati, se del Comune, della Cartec, o di qualche altro, non c'è dato di sapere.

Una cosa è certa: a pagare questo software mai utilizzato a pieno e dismesso nel giro di circa due anni, saranno i cittadini di Crispiano.

Nel frattempo in Comune si utilizza il software della SINCOM.

Un sistema che, a detta di tanti dipendenti, presenta diverse criticità.

Addirittura la responsabile del servizio finanziario ha fatto sapere con una nota ufficiale "della impossibilità di adempiere agli obblighi di legge a causa della insufficienza tecnologica e informativa" di quel software.

Però il Comune in questi giorni sta anche liquidando 28mila euro, dei 40mila che deve versare comunque alla Cartec di Rimini (determina n. 445 del 18 maggio 2017)
Ma questo sistema, anche se dismesso, va comunque pagato?

"Crispiano Smart City – Città Intelligente”, si era affrettato a dichiarare il Sindaco Egidio Ippolito, insieme al già Assessore Paciulli, per presentare, nel 2015, questo portale.

Intelligentissima, aggiungiamo noi.

"L’Amministrazione Ippolito dimostra ancora una volta che, alle sterili polemiche ed agli attacchi gratuiti, si risponde lavorando e realizzando progetti assolutamente innovativi nell’esclusivo interesse dei cittadini".

Infatti, perché è nell'interesse dei cittadini prendere 40mila euro e buttarli dalla finestra.

"Citta intelligente", "Rivoluzione", "Interesse dei cittadini"... Ad oggi di tutto questo rimane solo la propaganda... e un bel danno all'erario.

mercoledì 19/07/17 -   Paese Futuro    






 




(anonimo)
Commenta questa notizia:
Per poter inviare un commento è necessario essere autenticati.
Inserisci il tuo nome utente e la tua password nelle caselle in alto a sinistra e premi il pulsante "Entra" oppure CLICCA QUI

Non possiedi un nome utente e una password ? Allora registrati  gratuitamente

  Le Altre Notizie

SPRECO DI SOLDI PUBBLICI: LE VERITÀ VERE...
Paese Futuro. 19/07/17
Daniele Bonanni incontra il vice sindaco e l’asses...
Francesco Mastrov. 14/07/17
Casa Babylon porta a Crispiano la musica di Manu C...
Vincenzo Parabi. 14/07/17
ASFALTO DELLE STRADE A CRISPIANO: ALTRO PASTICCIO!...
Dott. Vito Paciul. 10/07/17
IPPOLITO PERDE IL TRENO DELLA SUD EST...
Paese Futuro. 10/07/17
PIZZA FEST a Crispiano!...
addetto stampa AP. 08/07/17


  Categoria
 
  Cerca le seguenti parole
 
  Fonte
 
  Mese   Anno
   

altre notizie
:: I nostri corrispondenti ::

Annese Michele
famigliaannese@libero.it

Guarnieri Paola
daele@libero.it

Notarnicola Caterina
c.notarnicola@libero.it

Redazione Biblioteca Civica
info@bibliotecanatale.it
invia un articolo | stampa | torna su |  


 
Crispianonline.com è un portale finalizzato alla libera comunicazione e alla diffusione di notizie ritenute utili. Non rappresenta una testata giornalistica non essendo prodotto editoriale in quanto aggiornati senza alcuna periodicità ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Tutti i diritti sul nome sono riservati. E' vietata la riproduzione totale o parziale degli elementi contenuti in questo sito senza espressa autorizzazione