UN CENTRO SCREENING ANCHE A CRISPIANO

Print Friendly, PDF & Email

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Crispiano, 30 novembre 2017

Fatti, non parole, era lo slogan politico che negli anni scorsi si sentiva ripetere dalla bocca dei politici; ora si sente meno, si usano formule più sofisticate, ma c’è chi, facendo tesoro dell’esperienza lavorativa personale, applica lo stesso impegno in politica, muovendosi anche oltre le linee “invalicabili”  che separano i gruppi politici di maggioranza da quelli di minoranza.

Stiamo parlando del consigliere regionale Renato Perrini, alla sua prima esperienza,  impegnato nel gruppo Direzione Italia,  promotore del miglioramento di due settori importanti di Taranto e provincia: la Sanità e l’Ambiente.

Con soddisfazione Perrini fa sapere che: “è partito anche nel Comune di Crispiano il Programma di screening per la Prevenzione Cardiovascolare e di Salute Respiratoria, attivato dal Dipartimento di Prevenzione della Asl di Taranto. Le lettere saranno consegnate a uomini e donne di età compresa tra i 40 e i 60 anni (fascia evidentemente maggiormente a rischio). Tale programma era partito nel 2015 ed era rivolto solo ai residenti nei quartieri Tamburi, Borgo e Paolo VI di Taranto e ai residenti nel comune di Statte, comunità che vivono maggiormente le emergenze ambientali e sanitarie. Nel mese di settembre avevo chiesto di allargare lo screening anche per i residenti nel comune di Crispiano e la Asl aveva accolto positivamente la mia richiesta predisponendo con rapidità tutti gli atti necessari”.

Un risultato importante per Crispiano, considerato, purtroppo,  che anche la nostra cittadina è compresa nell’area a rischio ambientale;  viene utilizzato  l’immobile del vecchio poliambulatorio, costruito 30 anni addietro con il salario sociale dei lavoratori dell’Italsider di Taranto, oggi Ilva e con un finanziamento regionale.

Grazie all’intervento del consigliere regionale Perrini, quindi, Crispiano avrà un centro dove i residenti interessati potranno gratuitamente effettuare lo screening: “fornendo notizie – specifica Perrini – su stile di vita, peso, altezza, massa corporea, malattie contratte. Le persone coinvolte potranno poi controllare la glicemia, il colesterolo, la pressione arteriosa, e si sottoporranno alla Spirometria. All’esito di queste visite, qualora ci dovessero essere parametri “non in linea”, verranno predisposti degli approfondimenti di tipo cardiologico o di tipo pneumologico, da effettuarsi nelle strutture sanitarie e ospedaliere di Taranto. Qualora le anomalie emerse dalle indagini di screening dovessero riguardare solo il peso, sarà possibile anche effettuare una visita con un nutrizionista o con una psicologa della Asl”.

“L’aspetto – prosegue il Consigliere – che io ritengo significativo è che tutte queste attività sono esentate dal pagamento del ticket e quindi totalmente gratuite. Un risultato importante per il mio territorio e in linea con il mio obiettivo principale, combattere per la sanità locale e per migliorarne i servizi.”

Bene, tutti insieme, almeno per i problemi del paese. Si otterrebbero sicuramente maggiori risultati (per esempio c’è da chiedersi come mai non si è ottenuta la riapertura a Crispiano del servizio dialisi, tanto auspicato), ma da ciò che si sente in giro, la prossima campagna elettorale per il rinnovo amministrativo del Comune, vedrà più candidati che votanti. Speriamo che non sarà così.

 

 

Michele Annese