Impegno del Commissario Volpe per cultura-solidarietà e turismo

Print Friendly, PDF & Email

Crispiano, 2 gennaio 2018

Impegno massimo del Commissario dott. Mario Volpe, per ottenere finanziamenti in favore del Comune di Crispiano, notoriamente in grave difficoltà economiche e molta attenzione nei confronti di organismi culturali, sociali e turistici, impegnati ad attuare iniziative promozionali e di sostegno alle categorie meno abbienti. Recentemente sono state favorite le manifestazioni Telethon per la raccolta  fondi per la cura delle  distrofie muscolari e  genetiche. Sono state sostenute, inoltre, con fondi ottenuti dall’Unione dei Comuni di Crispiano, Massafra e Statte, di cui Volpe è vice Presidente, l’Unitalsi per l’attività associativa e la Pro Loco per l’organizzazione della XXXII edizione del Presepe vivente, che ha registrato già una notevole partecipazione di visitatori, anche di forestieri, e si prepara ad accogliere altri visitatori per  la serata finale del   6 gennaio, con inizio alle ore 18. Quest’anno il presepe vivente è stato allestito nel Centro storico in via Paisiello, dove veri artisti e appassionati, hanno riproposto l’atmosfera della Galilea con  giochi di luci, mercatini, laboratori di  antichi mestieri e golosità locali. Intanto al Comune c’è fiduciosa attesa per l’esito del progetto “Community library”, recentemente presentato alla Regione, che ha visto partecipare giovani professionisti e rappresentanti di associazioni locali, ma  nel contempo gli uffici diretti dalla dott.ssa Francesca Muci con la collaborazione di Michele Greco, sono stati attivati dal Commissario per la presentazione di due progetti, i cui bandi sono già in pubblicazione all’albo del Comune, per l’impiego di 16 giovani, approvati dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale – Garanzia Giovani, che abbiano compiuto e non superato il 28° anno di età (28 anni e 364 giorni), che siano iscritti al Programma “Garanzia Giovani”, che abbiano firmato il Patto di Servizio ed essere stati “presi in carico” dal CPI e/o Servizio competente: 8 unità per il progetto “L’Ambiente tra tradizione ed innovazione” e 8 per il progetto “Alla scoperta dell’ambiente tra 100 masserie“,  da scegliere tra i due. La domanda di partecipazione, per uno dei due, completa di tutta la documentazione richiesta, dovrà essere presentata entro e non oltre le ore 14.00 del giorno 05/02/2018, esclusivamente secondo le modalità previste dal bando.      Informazioni possono essere richieste all’ufficio Segreteria AA.GG. del Comune di Crispiano – Responsabile per il Servizio Civile Sig. Michele Greco, tel. 099.8117205.

Michele Annese

Requisiti e condizioni di ammissione al progetto

Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia, possono partecipare alla

selezione i giovani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età, in possesso dei seguenti requisiti:

  1. a) essere cittadini italiani;
  2. b) essere cittadini degli altri Paesi dell’Unione europea regolarmente residenti in Italia;
  3. c) essere cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia;
  4. d) essere iscritti al Programma “Garanzia Giovani” (da effettuarsi sul sito internet

www.garanziagiovani.gov.it), aver firmato il Patto di Servizio ed essere stati “presi in carico” dal

CPI e/o Servizio competente;

  1. e) non aver riportato condanna, anche non definitiva, alla pena della reclusione superiore ad un

anno per delitto non colposo, ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un

delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o

esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il

favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici, o di criminalità organizzata;

  1. f) essere disoccupati ai sensi dell’articolo 19 del decreto legislativo 150/2015 del 14 settembre 2015

e successive modifiche e integrazioni;

  1. h) non frequentare un regolare corso di studi (secondari superiori, terziari non universitari o

universitari);

  1. i) non essere inseriti in alcun corso di formazione, compresi quelli di aggiornamento per l’esercizio

della professione o per il mantenimento dell’iscrizione ad un Albo o Ordine professionale;

  1. l) non essere inseriti in percorsi di tirocinio curriculare e/o extracurriculare, in quanto misura

formativa.

I requisiti di partecipazione richiesti dalla Garanzia Giovani devono essere posseduti all’avvio del

percorso in “Garanzia Giovani” (inteso come momento procedurale che si apre con l’adesione suiportali e si chiude con la presa in carico da parte di un CPI, e con la sottoscrizione del Patto di

Servizio), e all’inizio della misura del servizio civile nazionale. I requisiti di cui alle precedenti

lettere a), b), c) ed e) devono essere mantenuti sino al termine del servizio. Non possono presentare

domanda i giovani che:

  1. a) abbiano già prestato servizio civile nazionale per l’attuazione del Programma Garanzia Giovani;

oppure abbiano interrotto il predetto servizio prima della scadenza prevista, o che alla data di

presentazione della domanda siano impegnati nella realizzazione di progetti di servizio civile

nazionale per l’attuazione del programma europeo Garanzia Giovani;

  1. b) abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, ovvero che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata

superiore a tre mesi.

Non costituisce causa ostativa alla presentazione della domanda di servizio civile nazionale per la

partecipazione al Programma Garanzia Giovani l’aver già svolto il servizio civile nazionale ai sensi

della legge n. 64 del 2001, oppure nell’ambito del progetto sperimentale europeo IVO4ALL o aver

interrotto il servizio civile nazionale svolto nell’ambito della Garanzia Giovani per motivi non

imputabili ai volontari.