GEGÈ TELESFORO Soundz for Children

AMICI DELLA MUSICA «ARCANGELO SPERANZA»

74a Stagione concertistica

GEGÈ TELESFORO

Soundz for Children

in collaborazione con l’Unicef

Sabato 10 febbraio, ore 21

Auditorium Tatà

Taranto

 

Gegè Telesforo, ambasciatore dell’Unicef, sabato 10 febbraio (ore 21) sfida il Festival di Sanremo. E per la 74a Stagione concertistica degli Amici della Musica «Arcangelo Speranza», al Tatà di Taranto, presenta «Soundz for Children», il progetto finalizzato a trasmettere ai bambini i valori del rispetto, dell’inclusione e della solidarietà attraverso la musica: un’iniziativa che suona quanto mai attuale e necessaria di fronte ai costanti rigurgiti di intolleranza, ultimamente diventati in Italia cronaca quotidiana.

«La musica è un canale universale di comunicazione ed integrazione, che supera ogni barriera culturale e linguistica, politica e religiosa», dice Gegé Telesforo, conduttore, speaker radiofonico, percussionista e jazz vocalist foggiano – scoperto dal conterraneo Renzo Arbore – appena tornato sugli schermi televisivi (Rai5) con la seconda edizione di «Variazioni sul tema», venticinque episodi di «real tv on the road» su tormenti e ansie dei musicisti. E di super musicisti è formata la band con cui Telesforo suona a Taranto, affiancato alle voci dalla salentina Carolina Bubbico, con Alfonso Deidda ai fiati, Seby Burgio alle tastiere, “Fratello” Joseph Bassi al contrabbasso e Dario Panza alla batteria.

Con Riccardo Bomarsi a curare tecnicamente il sound, Telesforo proporrà la musica di «FunSlowRide», suo ultimo album (edito da Groove Master Edition per Egea in Italia ed Europa e per la Ropeadope in Usa e Asia) nel quale sono incarnati i valori di «Soundz for Children» realizzato con l’Unicef. Frutto di due intensi anni di lavoro tra Brooklyn, Madison, Londra e la campagna a nord di Roma, «FunSlowRide» nasce come un lavoro collettivo di venti grandi artisti uniti in una sola e unica “voce” e contiene un singolo espressamente dedicato ai bambini, «Let the Children», del quale Simone Calcagni ha realizzato un videoclip in collaborazione con l’Unicef ispirandosi alla celebre poesia di Khalil Gibran «I figli».

E di Simone Calcagni è anche la regia di «Variazioni sul tema», programma in pillole di dieci minuti nel quale c’è anche spazio per racconti personali dello stesso Telesforo, che molti ricorderanno con Renzo Arbore e Monica Nannini alla guida di una delle più belle trasmissioni musicali realizzate dalla Rai, «D.o.c.» (Musica e altro a denominazione di origine controllata).  «La musica è stata la mia salvezza, e oggi è la mia terapia», dice Telesforo, che proprio con la musica e «Soundz of Children» (progetto per il quale ha anche tenuto diversi incontri nelle scuole in giro per l’Italia) è impegnato a favorire la cultura dell’integrazione tra i bambini. «La musica – spiega – influenza positivamente l’acquisizione linguistica anche senza l’intervento verbale. E crea un insieme nel quale tutti possono riconoscersi, sperimentarsi, divertirsi, anche in un contesto sociale a rischio». Con un obiettivo: indicare ai più piccoli la strada per esprimersi e comunicare liberamente, rimuovendo qualsiasi ostacolo socio-culturale.

Biglietti 25 euro (ridotti 28 euro).

Info e prevendite 099.730.39.72 www.amicidellamusicataranto.it

-