Elezioni Amministrative 10 Giugno 2018 – Non mi candido e vi spiego perchè

Print Friendly, PDF & Email

A seguito delle elezioni del 4 Marzo 2018 ho partecipato ad un tavolo di discussione, aperto alle forze politiche che avevano collaborato nel corso degli ultimi dieci anni , con l’idea di creare un contenitore politico dal respiro moderato.

Abbiamo deciso insieme di non fare le primarie per la scelta del candidato sindaco in quanto era necessario individuare, responsabilmente, una persona che avesse caratteristiche di esperienza e competenza, vista la situazione difficile del nostro paese.

Con onestà intellettuale ho fatto un percorso politico, l’ho valutato, l’ho verificato e ne ho tratto gli elementi per poter fare una scelta fondata. Dopo dieci anni di esperienza politica ho l’esigenza intellettuale di collaborare, condividere, conoscere e concorrere alla creazione di un progetto in tutte le sue fasi. Ho preso consapevolezza che invece me ne sfuggiva il senso, il disegno, l’idea e che tutto ciò era poco coerente con la mia recente storia politica. Ho scarsa attitudine a mangiare piatti già pronti e non entro in mare se non vedo cosa c’è sul fondo. Qualcuno la chiama VOLUBILITA, io la chiamo INTELLIGENZA.

L’assenza di queste fondamentali condizioni politiche sono alla base di una scelta dura, sofferta e presa in totale autonomia e libertà di pensiero. Ho deciso di interrompere la prosecuzione delle trattative sul mio nome per la candidatura a sindaco ( non era l’unica proposta al tavolo) ed anche a consigliere comunale, lasciando liberi i miei colleghi di fare il proprio percorso, perchè in quello che fai ci devi credere e ne devi avere fiducia e se non è così bisogna dirlo ed io ed altri l’abbiamo detto , forse tardi, ma l’abbiamo fatto.

Ringrazio coloro che hanno creduto VERAMENTE in me e che hanno sostenuto l’idea di una mia candidatura a sindaco per molti ritenuta ovvia e scontata. Nominativo il mio sul quale non c’è stata convergenza, probabilmente, a causa della mia scarsa malleabilità politico – amministrativa e per la marchiatura a sinistra di cui non mi vergogno affatto.
In tutta questa vicenda ho il rammarico di non essere riuscita ad incidere di più e meglio per avvicinare le posizioni del centro e della sinistra.

Non ho intenzione di lasciare la politica, nè l’impegno civico attivo per il mio paese, anzi…. Ci sono e continuo a fare politica in modo meno “istituzionalizzato” e più tra la gente.
Auguro a tutti i candidati sindaci , ai candidati consiglieri , una buona campagna elettorale e tanto impegno proficuo nei confronti dell’interesse pubblico generale.
Ringrazio tutti coloro che mi sono stati accanto con tante attestazioni di stima e d’affetto.

Ringrazio i miei elettori per la stima e la fiducia accordatami . Fiducia che sento di aver onorato nei miei dieci anni di percorso in cui sono stata sempre presente con impegno ed onestà.
Un candidato Sindaco non si impone, lo sceglie la gente.
E in futuro chissà…

LODESERTO CHIARA