Crispiano: presentata la lista “Gente Comune” per Rosanna Angela Basile Sindaco

L’on.le Chiarelli e Stefania Baldassari testimonial d’eccezione. Il consigliere regionale Renato Perrini ispiratore e riferimento di primo piano. Il passo di lato di Egidio Ippolito.

Presentata a Crispiano la lista “ Gente Comune “ a supporto del candidato sindaco Rosanna Angela Basile. Le cattive condizioni meteorologiche hanno impedito che l’evento si svolgesse all’aperto, anche se tantissima gente, che non ha potuto avere accesso all’affollata sala convegni, ha comunque assistito dall’esterno, mostrando grande interesse per un gruppo ed un progetto che si presentano rinnovati nella continuità. Rinnovata la squadra, perché del nucleo iniziale, che ha dato vita cinque anni fa all’amministrazione Ippolito, restano lo stesso ex sindaco, gli assessori Sabrina Pontrelli, Giancarlo Argese, Antonella Miccoli, e il presidente del consiglio comunale Michele Bruno. Tanti quindi i volti nuovi, in gran parte alla prima esperienza politica; un gruppo composto da uomini e donne ( sette donne compresa la candidata sindaco), di età media intorno ai 45 anni, professionisti, operatori sanitari, commercianti, portatori di significative e specifiche competenze, ma soprattutto scesi in campo, com’è stato più volte ribadito durante la serata, esclusivamente per offrire un contributo alla crescita di Crispiano, atteso che tutti sono da tempo occupati e titolari di reddito. Una risposta chiara a quanti oggi contestano l’idea della politica come professione. Un ampio rinnovamento quindi nella squadra, che si presenta, nel progetto, in assoluta continuità con l’azione della amministrazione uscente. Amministrazione che, è stato ricordato, è stata costretta a terminare il mandato prima della scadenza naturale esclusivamente per questioni di natura politica e personale, da parte di alcuni componenti della maggioranza che, dopo aver condiviso le responsabilità del governo cittadino, hanno cambiato rotta. Entusiasmo ed emozione hanno caratterizzato la presentazione dei 16 candidati presentati dalla giornalista Nicla Pastore. Standing ovation per il piccolo Giovanni, figlio di una delle candidate al consiglio comunale, affetto da una delle tante malattie rare. Nella sua testimonianza la mamma ha evidenziato come la sua discesa in campo sia nata dall’aver constatato innanzitutto la concretezza dell’azione politica ed amministrativa del consigliere regionale Renato Perrrini che ha affrontato, con esito positivo, la questione della sospensione degli assegni di cura, e dalla volontà di operare a favore soprattutto dei tanti disabili, troppo spesso abbandonati a se stessi. Tutti in piedi anche per il sindaco uscente Egidio Ippolito. Una scelta insolita la sua, quella di proporre la sua candidatura al consiglio comunale lasciando spazio al rinnovamento: “amo Crispiano e continuerò a lottare per la mia città, ma ho dimostrato di non essere legato alla poltrona, intendendo la politica esclusivamente come servizio alla collettività; se così non fosse non mi sarei candidato al consiglio comunale.” Il nome Gente Comune come ha spiegato Luigi Bello, coordinatore politico della lista, rappresenta in maniera plastica l’essenza stessa di un gruppo che riunisce tutte le istanze del territorio, tutte le attività, tutte le realtà sociali, economiche, associative, culturali, sportive. Due testimoni d’eccezione per il candidato sindaco Basile: l’onorevole Gianfranco Chiarelli, di casa a Crispiano, che ha assicurato il suo personale impegno per sostenere la lista: “tornerò sicuramente a Crispiano in questi giorni perché è necessario spiegare ciò che l’amministrazione Ippolito ha fatto, come si sia giunti traumaticamente al termine della consiliatura. E lo faremo in piazza perché siamo abituati a metterci la faccia” . Particolarmente passionale l’ intervento del direttore del carcere di Taranto Stefania Baldassari, di cui Rosanna Basile, sovrintendente capo della polizia penitenziaria, è una delle strette collaboratrici: “Venendo a Crispiano ho cercato di individuare qualche difetto di Rosanna, di cui più che il capo mi definisco una fraterna amica: non ne ho trovati. Rosanna rappresenta una serie di caratteristiche umane, oltre che professionali, che la rendono eccezionale”. Un lungo applauso ha accolto l’intervento di Renato Perrini. Insolitamente emozionato, commosso quando ha parlato del piccolo Giovanni, ha sottolineato l’importanza per chi ha responsabilità politiche ed istituzionali di occuparsi in modo concreto dei tanti piccoli problemi della gente, che non ha bisogno di grandi progetti, quasi mai realizzati, ma di soluzioni immediate. Ovviamente il riferimento è in particolare alla sanità che purtroppo, soprattutto nella nostra provincia, presenta troppe criticità: “prima di pensare all’ospedale San Cataldo, si riaprano i pronto soccorso!”. Perrini ha poi ringraziato in modo particolare Egidio Ippolito ed evidenziato come tutti i candidati siano stabilmente occupati, dato non marginale che testimonia lo spirito di servizio che li anima. Un cenno infine alla campagna elettorale e naturalmente alla candidata sindaco : “la campagna elettorale è un confronto tra uomini, idee, programmi, non uno scontro; auguro buon lavoro a tutti , agli altri tre candidati sindaco e a tutte le liste in lizza. Su Rosanna Basile c’è poco da aggiungere. E’ stata presentata come persona mite, aperta al dialogo. Io la conosco molto bene; è vero, ha un bel carattere, ma attenzione che quando necessario tira fuori le unghie e, soprattutto quando si tratta di difendere la legalità, la giustizia, è capace di mettere in riga chiunque; lo ha già dimostrato da assessore e vice sindaco, lo farà ancor più da sindaco”. Se eletta sarebbe la prima donna sindaco di Crispiano; nel suo discorso in chiusura della serata ha indicato in modo chiaro le linee programmatiche che saranno sicuramente esposte più dettagliatamente nel corso della campagna elettorale; nessuna tentazione polemica rispetto alla conclusione anticipata della consiliatura ma un puntuale riferimento alla questione bilancio: ”Si è giocato molto e purtroppo si continua a farlo in questo inizio di campagna elettorale, sul bilancio, diffondendo ad arte notizie false. Addirittura c’è chi mi ha parlato di prossimo dissesto. Tutto assolutamente falso! Non siamo noi a dirlo, ma la Corte dei Conti che, anche nell’ultima relazione di aprile scorso, ha certificato la bontà del piano di rientro, e la prospettiva di rientrare nella normale gestione nel giro di un anno, un anno e mezzo. Non si parla invece di circa 15 milioni di finanziamenti intercettati dall’amministrazione Ippolito che stanno per arrivare e che serviranno a realizzare importanti opere, in particolare contro il rischio idrogeologico, in parte causa delle tanto evidenziate buche stradali.”
dott. Francesco Ruggieri

-