CRISPIANO: RISPARMI PER 150.000 EURO A PARITÀ DI SERVIZI NEL PIANO DI ZONA

Print Friendly, PDF & Email

Lo scorso 30 luglio, l’Assessore ai Servizi Sociali del comune di Crispiano, Aurora Bagnalasta, ha incontrato le
dirigenti dell’ufficio “Piano di Zona” di Martina Franca, riunione propedeutica alla costruzione del IV Piano di
Zona dell’ambito distrettuale Martina-Crispiano, coincidente con il distretto socio-sanitario n. 5.
Oggetto del colloquio è stata la redazione della convenzione, la quale costituirà la base contrattuale a
fondamento della pianificazione del triennio 2018/2020 e realizzerà un sistema integrato di interventi e servizi
sociali e socio-sanitari previsti dalla Regione Puglia sul territorio dell’ambito distrettuale.
L’Assessore Bagnalasta ha evidenziato i punti della convenzione da rivalutare e, soprattutto, le condizioni
essenziali per giungere ad un accordo che stabilisse le prime regole della compartecipazione tra comuni,
orientate verso un percorso di concertazione mirato a realizzare un welfare al servizio delle esigenze del
cittadino.
Il punto cardine della discussione è stata però la delega che il comune di Crispiano concede al comune di
Martina Franca quale comune capofila. L’Assessore Bagnalasta ha sottolineato che questa circostanza non deve
diventare uno “scaricabarile”, ma deve invece indirizzare il comune di Crispiano ad assumere un ruolo di
corresponsabilità e cooperazione all’interno dell’ambito distrettuale.
Ancora, l’Assessore ha definito l’annullamento della quota di cofinanziamento, pari a 50.000 euro all’anno,
versata nell’ultimo triennio dal Comune di Crispiano, in virtù della circostanza che i servizi garantiti dagli uffici
dei servizi sociali durante il predetto periodo sono stati adeguati, in termini finanziari, rispetto a quanto previsto
dalla Regione Puglia.
Risultato politico straordinario questo per il Comune di Crispiano, attualmente in fase di cosiddetto “dissesto
guidato”, che consentirà un risparmio nel prossimo triennio pari a 150.000 euro, che rappresentano una
boccata di ossigeno per il bilancio dell’Ente.
Infine, a seguito di una richiesta del presidente dell’associazione “SPERANZA” di Crispiano, l’amministrazione ha
ottenuto uno slittamento ad ottobre del termine di presentazione delle domande riguardanti l’abbattimento
delle infrastrutture architettoniche per accessibilità degli edifici privati in quanto si erano riscontrate difficoltà a
reperire la modulistica per le istanze in tempo utile.
Sono già programmati, per i prossimi giorni, ulteriori incontri con l’ufficio Piano di Zona, al fine di definire e
concludere l’iter per l’attuazione del Piano.
STAFF COMUNICAZIONE SINDACO