40 ANNI FEBI ARMONICI

Print Friendly, PDF & Email

Il 29 Dicembre 2017 al Teatro comunale di Crispiano i Febi Armonici in concerto inizio spettacolo ore 21.00

I Febi Armonici nascono musicalmente nel 1977 dopo circa due anni di ricerche sulla musica, i canti e le tradizioni popolari della Puglia e della vicina Basilicata.
La prima formazione dell’ormai storico gruppo ha origini in quel di Leporano (TA) dove Claudio De Vittorio ed altri musicisti interpreta ed arrangia brani raccolti tra le testimonianze delle vecchie zie e parenti nel piccolo paesino della provincia di Taranto.
Coi fratelli Emanuele e Lucia decidono di riproporre al pubblico vecchi stornelli, canti di lavoro, pizziche e serenate tipiche della zona che spesso venivano “contaminate” dai vari dialetti che riecheggiavano nelle campagne, negli uliveti e vigneti dove spesso si incontravano braccianti provenienti dalle diverse zone della Puglia e della Lucania.
Agli inizi degli anni ’80 i Febi Armonici raggiungono una notevole notorietà esibendosi nelle piazze e nei teatri dell’intera regione sconfinando spesso in Basilicata, Calabria e Campania.
Importanti sono le esibizioni al mitico Folk Studio di Roma, a Squinzano dove nel 1983 suonano in diretta Rai per la “festa dell’emigrante” con l’orchestra diretta dal M° Pregadio.
Tanti gli interventi in trasmissioni Rai e Mediaset e concerti in tutta Italia e all’estero.
Di rilevante importanza i concerti dedicati al compositore del ‘500 Giacomo Gorzanis con i Maestri Pino Forresu e Giuseppe Clementi.
Tra la fine degli anni ’80 e gli inizi degli anni ’90 i Febi hanno l’occasione ed onore di condividere i palchi con artisti come Matteo Salvatore, Maria Carta ed Otello Profazio.
In questo lungo percorso artistico i Febi cambiano spesso formazione, trasferiti a Crispiano riformano il gruppo avvalendosi di validi musicisti del posto come Martino De Cesare, Tony Semeraro, Paolo Lippolis, Paolo Basile e gli stessi fratelli Claudio ed Emanuele De Vittorio.
Claudio De Vittorio scrive, in collaborazione col gruppo, numerosi commenti musicali per il teatro ed il cinema come Tarantola, Cunto del regista Alfredo Traversa, “Passione” di Gaetano Colella, “I Martiri di Otranto” del regista Rai Sasà Tomai, “la leggenda dell’erba veloce” di Valerio Balestrieri, “Tarantula” teatro danza col coreografo Josè Fontano poi cinema con “San Cataldo” di Tomai e interventi nei film “Sabato Domenica e Lunedi…di Lina Wertmuller e “Dopo Eboli” prodotto dalla Rai per la ricostruzione dopo il terremoto in Irpinia.
Negli anni ’90 i Febi Armonici decidono di rielaborare i vecchi brani eseguiti nella loro storia musicale riproponendo gli stessi in chiave più “contemporanea” grazie anche a musicisti dall’impostazione Jazz e Blues.
All’attivo i Febi hanno 4 CD: “Io So Giù” (2000)- “ Passionae” (2003)- “Tribù Puglia” compilation con Eugenio Bennato e Pino De Vittorio 2004 e “settantasettelune (2005).
In questi 40 anni ricordiamo prestigiose collaborazioni come: Lele Melotti (batteria), Pino De Vottorio (voce), Pierangelo Colucci (tamburelli e percussioni), Tonio Parisi (batteria e percussioni), Pino Forresu (chitarra classica), Massimiliano Morabito (organetto) e Francesco Mariella (contrabbasso).

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0