Intitolazione di una via di Crispiano al Trasvolatore Atlantico Maresciallo dell’Aeronautica Militare Domenico Antonante

Print Friendly, PDF & Email

L’Amministrazione Comunale, in collaborazione con le Associazioni d’Arma Combattenti e Reduci, A.N.B. , A.N.F. e A.N.C. e la fattiva partecipazione dell’Aeronautica Militare, nell’anno del Centenario del Comune di Crispiano
ORGANIZZA
Giovedì 10 Ottobre 2019, la Cerimonia di
Intitolazione di una via di Crispiano al Trasvolatore Atlantico Maresciallo dell’Aeronautica Militare Domenico Antonante
Programma della Cerimonia:
Ore 09.00 Arrivo delle Rappresentanze e degli Invitati in Piazza Madonna della Neve;

Ore 09.30 Arrivo delle Autorità;

Ore 09.40 Presentazione della cerimonia, preghiera dell’Aviatore, minuto di raccoglimento;

Ore 10.30 Interventi ed allocuzioni delle Autorità;

Ore 10.45 Scoprimento della targa stradale;

Ore 11.00 Esecuzione di marce e brani musicali da parte della Fanfara dell’Aeronautica Militare.
LA CITTADINANZA TUTTA E’ INVITATA A PARTECIPARE.

Domenico ANTONANTE
Nato a Crispiano il 21 settembre 1906, appena ventenne, si arruola nell’Aeronautica Militare Italiana, la giovane Forza Armata nata il 28 marzo 1923. Frequenta la Scuola Motoristi dove apprende e perfeziona la conoscenza dei motori aeronautici. La passione per lo studio e la motoristica aeronautica gli consentono di eccellere e distinguersi con le innate capacità di conduzione/revisione dei motori dí aereo, tanto, da essere prescelto insieme ad altri, per l’ambizioso progetto dell’aviatore italiano Italo Balbo: la traversata Atlantica settentrionale per la ricorrenza dei dieci anni dalla nascita dell’Aeronautica Militare Italiana. Trasferito alla base dí Orbetello, prese in consegna il suo Idrovolante 5.55X con il nuovo motore Isotta Fraschini Asso 11R da 750 cavalli. Componente dell’equipaggio dell’idrovolante, contrassegnato dal nominativo ‘I-QUES, al comando del Capitano Pilota Luigi Questa, 2° Pilota Tenente Goffredo Marrana e l’aviere telegrafista Felice Zoppi, il 1° luglio 1933 aveva inizio per Domenico, la grande avventura che, lo avrebbe reso degno di straordinarie virtù umane. 1° Luglio 1933 da Orbetello decollano 25 idrovolanti, dando inizio, alla storica Crociera Atlantica Settentrionale e tra questi vola anche I’ I-QUES, con a bordo il nostro Domenico che si porta Crispiano nel cuore. Faranno ritorno il 12 agosto 1933, ammarando sul litorale romano, solo 24 aerei, uno in meno dei partenti, andato distrutto in uno dei due incidenti che funestarono la crociera, facendo vittime anche tra il personale militare. Durante lo stesso mese di Agosto, Domenico rientrò a Crispiano per trascorrere una licenza in famiglia ed al suo arrivo in paese fu acclamato, festeggiato ed onorato. La municipalità, lo omaggiò con una medaglia d’oro, per le doti e virtù umane dimostrate nell’ incontrare i crispianesi emigrati a New York e per aver portato il nome di Crispiano nel mondo.
Le spoglie del nostro concittadino Maresciallo di 1^ classe Domenico ANTONANTE, spentosi a Taranto nel 1996, riposano nel cimitero di Orbetello, insieme a tutti i suoi compagni di volo di quella fantastica e pionieristica Trasvolata dell’Atlantico Settentrionale dell’anno 1933.