CODICE DEL TERZO SETTORE – cosa cambia con la RIFORMA

Print Friendly, PDF & Email

E’ in atto una fase di profonda riflessione giuridica e fiscale per ogni associazione che opera nel territorio locale e nazionale. La nuova riforma, nota come CODICE DEL TERZO SETTORE richiede a ciascuna associazione di rivedere il proprio status associativo, definendo bene gli ambiti della propria azione.
Molte associazioni, soprattutto quelle che non sono diramazioni locali di organizzazioni che si muovono su tutto il territorio nazionale, potrebbero incorrere in errori di gestione o in mancanza di adeguamento, in virtù della complessità delle modifiche in corso.
Per questo si è ritenuta opportuna la presenza a Crispiano di esperti che possano orientare nel miglior modo possibile le linee di azione di ciascuna organizzazione.
L’incontro, promosso dall’Amministrazione Comunale, intende aprire un momento di confronto sui rischi di un mancato adeguamento entro i termini previsti dal legislatore.
E’ auspicabile anche la presenza di esperti di fiscalità, tenendo anche conto del fatto che è stata inoltrata richiesta all’Ordine dei Commercialisti di accreditamento di crediti formativi per i tecnici del settore.
L’incontro è ovviamente aperto anche alla cittadinanza.

Angelo Fragnelli
Assessore alle attività produttive
con delega per l’Associazionismo