POST COVID, PERRINI (FDI): NON E’ PIU’ POSSIBILE TENERE RAGAZZI AUTISTICI E DISABILI MENTALI LONTANI DALLE LORO FAMIGLIE DA FEBBRAIO

Print Friendly, PDF & Email

Interrogazione del consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Renato Perrini, al presidente Emiliano e assessore al Welfare, Ruggeri

“La Puglia riparte, si riaprono anche le discoteche, ma per i pazienti, in modo particolare ragazzi autistici e ragazzi con disabilità mentale, ospiti delle strutture residenziali socio-riabilitative la situazione di disagio non solo persiste, ma è peggiorata: da febbraio non viene permesso loro di tornare nelle proprie famiglie e questo influisce in maniera molto critica sul loro equilibrio psichico con gravi e irrimediabili regressioni su percorsi riabilitativi già di per se stessi lenti e difficili.

“Per questo ho presentato un’interrogazione al presidente Emiliano e all’assessore al Welfare, Ruggeri, perché pur nel rispetto di ogni cautela questa situazione vada risolta con la massima urgenza anche tenendo in conto lo stress vissuto dagli operatori e dagli assistenti delle strutture, costretti da mesi a rinunciare ad ogni pausa.

“A Emiliano e Ruggeri voglio ricordare che è indubbio che dobbiamo accollarci e accettare il rischio di accogliere in Puglia turisti, operatori economici e migranti, in ossequio a civilissimi principi di salvaguardia dell’economia e della solidarietà umana e sociale, ma  è sinceramente inaccettabile che questi nostri figli, perché questi ragazzi sono figli di tutti noi, debbano essere gli unici a rimanere emarginati e condannati ad una dannosissima clausura, che non hanno fatto nulla per meritarsi”.

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0