SPI – CGIL di Crispiano ha incontrato il Sindaco Lopomo e gli assessori Gabellone (Bilancio) e Bagnalasta (Servizi Sociali)

Print Friendly, PDF & Email

In data 2 marzo la segreteria SPI – CGIL di Crispiano ha incontrato il Sindaco Lopomo e gli assessori Gabellone (Bilancio) e Bagnalasta (Servizi Sociali) per continuare un confronto avviato agli inizi del 2019 sulla base di una Piattaforma Sociale Territoriale contenente una serie di proposte sui temi della sicurezza, tasse e tributi e servizi sociali e sanitari.
In particolare è stata affrontata la questione TARI, la vaccinazione anti Covid e il Centro Aperto Polivalente.
1. Per il problema della TARI sollecitando la risoluzione dei cronici disservizi che creano disagi e costi per i cittadini e pensionati, non ultimo, quest’anno, le spese di notifica a carico dei contribuenti. Sono state presentate una serie di proposte tra cui la comunicazione on line ai cittadini in possesso di mail e PEC (puntualmente comunicata), affissione di manifesti e ritiro della notifica presso il comune, pagamento sul conferimento reale dei rifiuti, innalzamento dell’esenzione ISEE a 8000 euro per i cittadini soli over 60, attivazione del pagamento on line Pago PA. Inoltre, abbiamo chiesto di ricevere informazioni circa l’evasione dei tributi e il recupero delle somme dovute.
L’assessore Gabellone ha accolto positivamente le nostre proposte, per alcune delle quali si prevedono tempi più lunghi, quali il pagamento sul conferimento reale dei rifiuti, che nel nostro comune, grazie al comportamento virtuoso dei cittadini, è arrivato al 74%. Per quanto riguarda l’innalzamento dell’esenzione ISEE questa sarà discussa in seno al Consiglio Comunale. Sulla questione dell’evasione dei tributi, di circa il 22%, abbiamo chiesto un’azione più incisiva perché questa penalizza i cittadini che pagano puntualmente.
2. L’altro argomento affrontato è stato quello relativo alla vaccinazione dei cittadini over 80 di Crispiano. Il Sindaco ci ha comunicato che questa avviene ogni mercoledì presso l’ex Poliambulatorio e si utilizzerà allo scopo anche la palestra della Scuola Giovanni XXIII, ogni sabato, a cominciare dal personale scolastico. L’accelerazione da noi richiesta, coinvolgendo anche i medici di base, è subordinata alla disponibilità dei vaccini forniti dalla ASL di Taranto, che sta predisponendo per la provincia 6 hub per la vaccinazione di massa. Durante il confronto è stato chiesto un maggiore coinvolgimento delle forze dell’ordine per il controllo nei punti di maggiore affollamento. Il Sindaco ha sollecitato la collaborazione e il senso di responsabilità dei cittadini per il contenimento della pandemia, sottolineando però, che al momento la situazione è sotto controllo grazie al comportamento della grande maggioranza dei cittadini crispianesi.

3. Per quanto riguarda il Centro Aperto Polivalente, in attesa della sistemazione di “Casa Pizzigallo” da destinare a centro socio-ricreativo per anziani, cosi come previsto dal Piano di Rigenerazione Sociale, è stato chiesto di creare le condizioni per una fruibilità reale da parte degli anziani di ambo i sessi, delle attività da programmare (quando le condizioni della pandemia lo permetteranno), prevedendo strumenti di partecipazione e trasparenza, quali un Regolamento e un Comitato di Gestione. Il Sindaco e l’Assessore Bagnalasta hanno sottolineato che l’amministrazione comunale non ha le risorse per il funzionamento di un Centro per gli anziani che sarà affidato ad una associazione no-profit. Come sindacato abbiamo ribadito che va evitata una gestione privatistica di un bene pubblico.

Segreteria SPI – CGIL
Crispiano

Share and Enjoy !

0Shares
0 0