cultura : Crispiano: 750° anniversario di Dante Alighieri.

Print Friendly, PDF & Email

Per ricordare il “Sommo Poeta” del quale quest’anno ricorre il 750° anniversario della sua nascita, l’Associazione culturale “ Qui e Ora – Due Occhi belli Crispius”, in occasione della presentazione del “U Calèndarje Nustre 2016” dedicherà al padre della lingua Italiana la lettura del 1° canto dell’Inferno tradotto in “ Lingua” Crispianese. L’assessore Giuseppe Delfino si è detto entusiasta concentrando molta attenzione per questa iniziativa molto particolare della traduzione di un’opera letteraria in vernacolo, rilevando l’importanza della crescita culturale che sa, essere promotrice di una convivenza civile. Se a qualcuno sembrerà anacronistica la lettura in vernacolo dei testi più importanti della letteratura di tutti i tempi, occorrerà ricordare almeno a chi ha “amore “ verso il dialetto crispianese, che, ci sono delle frasi nella Commedia di Dante, ancora in uso nel nostro dialetto. Quanti fossero interessati a dare spazio alla propria curiosità, non potrà assentarsi la sera del 16 dicembre p.v. alle ore 19,00 in biblioteca, dove grazie all’Assessore Delfino avrà luogo la serata clou “dell’Autunno culturale Crispianese”. La lettura del 1° canto dell’Inferno Dantesco, (traduzione in dialetto di Francesco Santoro) sarà magistralmente declamata dalle pregiatissime Ins. Mimma Di Presa e Rosa Laddomada. Parteciperà alla serata l’Accademia Musicale Puccini di Crispiamo, con la presenza di un Maestro di musica che accompagnerà la lettura con il Violoncello. Quest’anno “ U Calèndarje Nustre 2016” è dotato di foto d’epoca di Crispiano dalla fine secolo 800 a tutto il novecento, confrontando gli stessi luoghi ai giorni nostri, oltre a modi di dire; proverbi e soprannomi dei nostri Crispianesi di Ieri. La presentazione del “ U Calèndarje Nustre 2016” sarà a cura del Prof. Cosimo Damiano Calabretti cultore di tradizioni popolare. Memorabile il suo libro “Statte…e nò t’ mòve”. Per i nostri affezionati lettori pubblichiamo notizia che quest’anno il dialetto Crispianese è stato premiato da una ditta artigiana locale, precisamente dalla “CARBLOK s.r.l” di Piero Luccarelli. Infatti, per Domenica 29 Novembre alle ore 18,00 presso la sala cultura del Comune di Crispiano in Corso Umberto è prevista la presentazione del “ U Calendarje Nustre – Carblok 2016 di Francesco Santoro.” La serata sarà a cura dello stesso autore, in cui prenderanno parte anche bravi fisarmonicisti Crispianesi. Il calendario Carblok riporta foto sulla specializzazione per il restauro, dalle moto d’epoca alle macchine di ogni tipo e particolari restauri di Pulmans. Inoltre sei foto d’epoca dell’inizio e dello sviluppo artigianale “ Carrozzeria Carblok” impreziosiscono l’opera vernacolare, che riporta particolari soprannomi ,modi di dire e proverbi in dialetto crispianese. Gli appuntamenti da non perdere sono per Domenica 29 Novembre alle ore 18,00 Corso Umberto Assessorato alla Cultura. Mentre per il 16 Dicembre, “lettura Dante in vernacolo e presentazione de “ U Calèndarje Nustre 2016” ore 19,00 Biblioteca Comunale Via Roma 12. Vi aspettiamo Associazione Culturale “ Qui e Ora- Due Occhi Belli Crispius” Addetto Stampa. Francesco Santoro

Fonte: Francesco Santoro

Share and Enjoy !

0Shares
0 0