“IO E MIO PADRE” DI ROMANO ARGESE

Print Friendly, PDF & Email

CRISPIANO – Nessun libro da presentare, analizzare o commentare: giunto al suo sesto evento, l’«Autunno Culturale» ha voluto cambiare rotta lasciando spazio a “IO E MIO PADRE”, monologo scritto ed interpretato dall’attore teatrale Romano Argese. Non un lavoro o una rappresentazione teatrale né un’opera poetica, ma un racconto tratto dall’esperienza di vita dell’autore nel rapporto con suo padre. Un omaggio sincero e toccante, nel ricordo di una persona cara, attraverso un percorso a ritroso tra i momenti e le situazioni che hanno lasciato un’impronta indelebile nella vita dell’artista. Una moltitudine di emozioni che sgorgano libere e prendono forma nelle parole e nei gesti, andando a ricomporre il quadro di una vita attraverso gli schizzi delle esperienze passate. Un’opera che si prefigge di delineare e onorare la figura di un padre amato e descritto dall’autore nella semplicità e nel calore dei suoi gesti, nonostante le mille difficoltà incontrate lungo il percorso della vita. In sostanza, una rappresentazione che nasce dalla volontà di estrinsecare i vissuti emotivi, le esperienze e i conflitti che hanno caratterizzato il rapporto tra un padre e il proprio figlio. Come da tradizione per questo cartellone culturale, l’evento ha avuto luogo sullo sfondo della nuova saletta culturale della Biblioteca Civica “C.NATALE” al cospetto di un nutrito pubblico, emozionato dalla rappresentazione messa in atto. Al termine della serata, l’Assessore Giuseppe Delfino, visibilmente commosso, ha voluto porgere un sentito ringraziamento a Romano Argese, per aver contribuito ad arricchire questa iniziativa con passione e semplicità. L’«AUTUNNO CULTURALE » proseguirà mercoledì 25 Novembre 2015 alle ore 19.00, sempre presso la saletta culturale della Biblioteca “C.NATALE”, con la lettura di poesie “LE POESIE DI ALDA MERINI” a cura della Commissione Pari Opportunità – Assessorato ai Servizi Sociali, in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donne.

Fonte: Mirko Bagorda, Tirocinante Biblioteca C.Natale

Share and Enjoy !

0Shares
0 0