CRISPIANO FESTA PATRONALE 2018 COMUNICATO STAMPA

Print Friendly, PDF & Email

Sono entrati nel vivo a Crispiano i solenni festeggiamenti in onore della Madonna della Neve (3-4-5 agosto), celeste patrona della cittadina jonica, a cura della parrocchia della Chiesa madre retta da don Michele Colucci. La novena in preparazione alla festa (27 luglio – 4 agosto, ore 19) viene predicata dal diacono fra Gaetano D’Arcangelo dei frati minori cappuccini, 29enne crispianese che risiede nel Convento di Santa Fara in Bari. Il programma civile prevede, per la serata del 3 agosto e a cura della Green Academy di Crispiano, lo spettacolo Vibrazioni mediterranee che si avvarrà della presenza del noto percussionista Tony Esposito, storico collaboratore  del compianto Pino Daniele, e del cantante e compositore Mario Rosini, secondo classificato al festival di Sanremo 2004. Nella serata del 4 agosto, invece, si esibirà la Grande Orchestra del Salento – Lecce, sotto la direzione del maestro Salvatore Tarantino. Il giorno centrale della festa è il 5 agosto, solennità della Madonna della Neve. La data è quella indicata nel Messale romano come “festa della dedicazione della basilica di Santa Maria maggiore”, il cui titolo latino è Santa Maria ad nives. Il soffitto della chiesa madre di Crispiano riprende architettonicamente, anche se in maniera più modesta, quello della celebre basilica romana. La pia tradizione vuole che sia stata la stessa Vergine Maria a indicare e ispirare la costruzione di una chiesa a lei dedicata sul colle romano dell’Esquilino. Apparendo in sogno contemporaneamente al pontefice Liberio (papa dal 352 al 366) e al patrizio Giovanni, la Madonna chiese la costruzione di un tempio in suo onore, in un luogo che lei stessa avrebbe miracolosamente indicato. E infatti, il mattino del 5 agosto 358 il colle dell’Esquilino apparve inspiegabilmente ammantato di neve. Il Papa tracciò il perimetro della nuova chiesa e il nobile Giovanni provvide alla costruzione dell’edificio, ritenuto il tempio mariano più antico dell’Occidente e da sempre una delle più importanti basiliche di Roma. L’arrivo a Crispiano di questo titolo attribuito alla parrocchia si deve a mons. Giuseppe Antonio de Fulgure, arcivescovo di Taranto dal 1818 al 1833, il quale nel 1826 istituiva la prima parrocchia crispianese denominandola “Santa Maria della Neve”, quando Crispiano era ancora un villaggio dipendente amministrativamente da Taranto (sarebbe divenuto comune autonomo nel 1919). Da allora il popolo di Crispiano, che già onorava la Madonna col semplice titolo di “Santa Maria di Crispiano” (chiesa vecchia presso le grotte del Vallone, sec. XIV), si è messo sotto la protezione di Maria. Subito dopo la Seconda guerra mondiale, la Madonna della Neve venne proclamata protettrice di Crispiano (5.8.1945). La festa richiama ogni anno un gran numero di crispianesi che per vari motivi dimorano lontano dal paese d’origine. Nella mattinata del 5, sante messe: alle ore 8,00 presieduta dal parroco; alle ore 9,30 presieduta da don Francesco Simone, parroco di San Michele arcangelo nella vicina frazione di San Simone; alle ore 11,00 presieduta da don Fabio Massimillo, parroco di San Francesco d’Assisi. Alle ore 18,00 santa messa presieduta da don Mimmo Rizzo, parroco di Santa Maria Goretti. Subito dopo, in piazza Madonna della Neve, la tradizionale consegna delle chiavi della città alla celeste patrona da parte del nuovo sindaco Luca Lopomo, cerimonia molto attesa e sempre ricca di suggestione che precede la tradizionale, partecipatissima processione dell’immagine della Madonna della Neve per le vie del paese, protagoniste anch’esse con i loro abitanti di un vero e proprio tripudio di gioia al passaggio della Madonna, che col suo sguardo benedicente saluta ammalati e persone altrimenti impossibilitate a uscire di casa. Al rientro della processione, tutta la popolazione si unisce nella preghiera intonando l’inno alla Madonna della Neve, composto da mons. Giuseppe Maria Caforio (1878-1965), per oltre mezzo secolo arciprete di Crispiano. Il tradizionale omaggio a Maria al termine della processione è affidato a fra Gaetano D’Arcangelo. Subito dopo, l’esibizione del Gran complesso bandistico “Città di Squinzano” diretto dal maestro Giuseppe Gregucci. A mezzanotte, spettacolo pirotecnico sulla via per Martina Franca, contrada Scriville.

 

PARROCCHIA SANTA MARIA DELLA NEVE – CRISPIANO (Taranto)

Tel. 099616027 – 3407702255 – e-mail: donmichelino69@libero.it

Facebook: parrocchiasantamariadellanevecrispiano

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0