In ricordo di Massimo Romandini

Print Friendly, PDF & Email

L’appuntamento del 24 novembre con la rassegna teatrale “Città di Crispiano – Verso il Centenario” avrà un significato particolare per tanti crispianesi, perché a portare in scena “O Scarfalietto” di Eduardo Scarpetta saranno “I FUORI…CLASSE AL MASSIMO”, una Compagnia teatrale nata nell’Istituto Moro di Taranto, da un progetto della Dirigente Loredana Bucci e della regista Felicia Salinari, e composta da genitori e nonni degli studenti, con personale docente e non docente della Scuola.
Ma la guida culturale della Compagnia è stata, fino alla sua improvvisa scomparsa, il compianto Massimo Romandini.
Amante del teatro, autore di molti libri, Romandini è stato anche Dirigente scolastico a Crispiano, sia presso la Scuola “Mancini” che la “Severi”. In quest’ultimo Istituto aveva in precedenza insegnato lettere per tanti anni. Ma il suo legame con il nostro paese ha una storia più lunga: proprio a Crispiano ha vissuto parte della sua infanzia, giocando anche nella gloriosa Olimpia della Parrocchia San Francesco.

E a Crispiano Romandini è stato ricordato da ex colleghi insegnati e da ex alunni il 25 ottobre scorso con una messa e con la donazione in suo nome di un buono per l’acquisto di libri alla Scuola materna “Sacra Famiglia”. Mentre è già in progetto l’istituzione di un premio letterario in suo onore.

Sabato 24 dunque, alle 20.30 presso il Teatro comunale, sarà un’altra occasione per ricordare un uomo che ha lasciato una grande testimonianza umana e culturale.
I biglietti per la commedia sono in prevendita presso l’Ideal Bar a Crispiano.

Il Velario