Crispiano Festeggiamenti San Francesco d’Assisi

Print Friendly, PDF & Email

Come di consueto il 3 e 4 ottobre,  si celebra la  solennità  di San Francesco d’Assisi, patrono d’Italia.

Il  Triduo di preparazione,  dal 1 al 3 ottobre,  prevede  le Sante Messe alle ore 18.30 (alle 19.30 di mercoledì 3, seguirà il Transito di San Francesco d’Assisi), mentre la vestizione  dei nuovi confratelli e consorelle della Confraternita dell’Immacolata e San Francesco d’Assisi,  si terrà domenica 3o settembre alle 11.15.

Il 4 ottobre, giorno della festa, si celebreranno le SS Messe alle 9.30, alle 11.15 ed alle 17.00 concelebrazione presieduta da Sua Ecc. Rev.ma Mons. Filippo Santoro, Arcivescovo Metropolita di Taranto.

Seguirà la  processione per le seguenti vie: da piazza S. Francesco, via XIV Novembre, Corso Umberto, via Massafra, piazza della Libertà, via Palermo, via Della Valle, via Vittorio Emanuele III, via IV Novembre, via Roma e ritorno in chiesa.

In serata, si esibirà l’orchestra di Fiati Città di Crispiano, direttore e concertatore prof. Francesco Bolognino; il 3 ottobre, alle 20.30 il gruppo “A tutto Swing!”

Alle ore 23.00,  in contrada Scriville, spettacolo pirotecnico a cura della ditta “Pirotcnica D’Oronzo New Firework Tecnology”, loc. Camarda  di Guagnano (Le); l’illuminazione sarà curata dalla ditta “Luminarie Perrotta” di Squinzano (Le).

Nelle serate 3  e 4, in via Roma, la diciottesima edizione de “Le castagne di Lucia”.-

Domenica 30 settembre, al bocciodromo comunale, in via Coppi,  Trofeo San Francesco d’Assisi, gara di bocce singolo, specialità raffa, a  cura dell’A.S.D. Crispius.

il Gruppo Fratres di Crispiano sarà presente, giovedì 4, in corso Umberto 131, dalle ore 8.30, per la Donazione del Sangue.

Per la circostanza il Comitato, presieduto dal priore Pasquale Palazzo, ricorda l’entusiasmo, il coraggio e l’amore per il bene della comunità, espressi da don Pietro De Felice, che ha guidato la Congrega dal  1922 fino alla sua morte avvenuta  il 10 febbraio 1949.

Il parroco sac. Fabio Massimillo augura a tutta la comunità crispianese “di camminare dietro il Signore Gesù, stimolata dall’esempio del Santo Serafico, perché ciascuno possa fare un’esperienza sincera della grazia e della fedeltà di Dio.-

Il Comitato ringrazia  l’Amministrazione Comunale di Crispiano, l’Arma dei Carabinieri, il Corpo di Polizia Municipale e la Protezione Civile, la cittadinanza e  gli operatori commerciali che hanno inteso sponsorizzare la festa.

                                                                                 

                                                                                                                                 Michele Annese

Share and Enjoy !

0Shares
0 0