Celebrato a Crispiano il primo matrimonio civile

Print Friendly, PDF & Email

Crispiano, 17 settembre 2019                                                                                  

Celebrato la prima unione civile tra due uomini a Crispiano. Giovanni Caramia nato a Frosinone il 22 dicembre 1969, commerciante e Andrii Butenko nato a Zaporizhzhia (Ucraina) il 31 gennaio 1979, parrucchiere, entrambi residente a Crispiano, sono ufficialmente marito e marito. La cerimonia si è svolta nell’aula consiliare del palazzo di città alla presenza dell’Ufficiale dello Stato Civile Angelo Bruno e dei testimoni Maria Grazia Lucaselli e Luigina Buccoliero, anch’essi residente a Crispiano. Un avvenimento importante, segno di civiltà, che si può non condividere, ma il loro rapporto ha una valenza giuridica grazie alla legge Cirinna, entrata in vigore lo scorso 5 giugno, la quale prevede che persone dello stesso sesso possono sposarsi. Con la dichiarazione resa davanti al pubblico ufficiale, i partner si impegnano per la reciproca assistenza e la condivisione dell’amore. Un convivenza normale che la coppia auspica possa servire di esempio per gli altri. La recente legge, approvata dopo ripetuti tentativi, permetterà a questi nostri nostri concittadini di vivere, analogamente ad una coppia etero, emozioni, divertimenti e amore, soprattutto amore. Felici e contenti, gli sposi, hanno festeggiato con il consueto pranzo. Auguri!

Michele Annese