Un servizio di accalappiamento

Print Friendly, PDF & Email

L’assessore all’Ambiente Cosimo Di Roma ha comunicato che per adottare provvedimenti idonei, giovedì prossimo alle ore 18.30, presso la Sala Pubblica, è stata convocata una conferenza per esaminare, con la collaborazione di associazioni di volontariato e dei veterinari dott. Buzzi e dott. Laera, le proposte che gli stessi cittadini hanno fatto pervenire, condividere le problematiche evidenziate ed adottare le soluzioni più idonee.
“Si prevede – dice l’Assessore – un servizio di accalappiamento, a cui seguirà un intervento di sterilizzazione da parte dei veterinari. Successivamente ogni cane, dopo un periodo di permanenza nel canile, sarà provvisto di un collare con microcip e rimesso in libertà; anche per il migliore amico dell’uomo che circola in compagnia del proprio padrone, il collare con microcip sarà indispensabile per individuare i “trasgressori” delle disposizioni comunali”.
Di Roma ha aggiunto che il canile non sarà eliminato, ma trasformato in luogo di cura e di assistenza, dotato di sala operatoria per tutti gli interventi di competenza dei veterinari.
Più volte sono pervenute lamentele da parte dei cittadini per la presenza lungo le strade e le aree pubbliche di branchi di cani “forestieri” che pur apparendo inoffensivi, suscitano preoccupazione per l’igiene e le malattie infettive che possono trasmettere.
L’assessore Di Roma, ha espresso poi, la sua soddisfazione per l’inizio dei lavori di rifacimento della recinzione ormai fatiscente, della scuola materna “Rodari” in via Michelangelo; l’opera di ripristino interesserà nei prossimi mesi, anche le facciate esterne del plesso.
“Non rompete i cartoni!… è sufficiente piegarli” è il nuovo slogan a favore dell’ambiente della Serveco che invita i commercianti a schiacciare bene i cartoni e a depositarli nei pressi del proprio esercizio commerciale.
Il servizio di ritiro gratuito, stabilito in accordo con l’Assessore all’Ambiente, avverrà nei giorni lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 8.30 alle 11.00.

Fonte: Michele Annese