Dovere di cittadinanza

Print Friendly, PDF & Email

Appuntamento questo fine settimana con la seconda iniziativa di “Dovere di cittadinanza”, il ciclo di tre manifestazioni ideato dall’associazione Agorà e dal circolo Arci di Crispiano (con il patrocinio del Comune di Crispiano) con l’obiettivo di valorizzare le più importanti feste civili nazionali e riscoprire la centralità della Costituzione.
Sabato primo maggio, dalle ore 20.00, in piazza Madonna della Neve saranno letti alcuni articoli della Costituzione ispirati al mondo del lavoro, declamati da rappresentanti dell’associazionismo locale. Subito dopo sarà proiettato su maxi-schermo il film di Francesca Comencini, “Mi piace lavorare – Mobbing”. Si tratta della prima pellicola che affronta esplicitamente il tema del mobbing, quell’atteggiamento di persecuzione, di isolamento e di violenza psicologica cui un lavoratore viene sottoposto nell’ambiente di lavoro, in modo da costringerlo a licenziarsi. Il film, con protagonista Nicoletta Braschi, è basato sui racconti realmente accaduti di una quindicina di lavoratori mobbizzati.
La prima serata della manifestazione è andata in scena il 25 aprile con la lettura in piazza di alcuni articoli della Carta Costituzionale ispirati ai diritti dei cittadini e al valore della libertà, inserita in un intenso spettacolo audiovisivo che ha ricostruito il periodo storico.
La Festa della Repubblica del 2 giugno chiuderà invece il ciclo di appuntamenti. Durante le celebrazioni curate dall’A.N.S.I., unitamente al Comune di Crispiano, avverrà la lettura di altri articoli della Costituzione ispirati alle Istituzioni e al dovere di cittadinanza, declamati sempre da cittadini rappresentativi di Crispiano, e la consegna ufficiale della Costituzione tradotta in diverse lingue ai cittadini stranieri che vivono nel paese delle Cento Masserie. Per quest’ultimo evento l’Arci e l’associazione Agorà hanno anche ottenuto l’adesione formale del Presidente della Repubblica.

Fonte: Associazione Agorà – Vincenzo Parabita